Tag

,

Sono stata a Bruxelles!  Per rendere l’idea del freddo e della neve che c’era ho deciso di applicare al blog l’effetto let it snow. Temperatura media diurna: -5°/-7°. Per fortuna che ho passato due giorni all’interno delle strutture parlamentari, al calduccio, ma mi è bastato passeggiare una mattinata per il centro per ritrovarmi un dito ibernato e portarmi a casa un bel mal di gola come souvenir!! Mi è stato proposto di partecipare alla quinta edizione del seminario del Gippe (Giovani Italiani del Partito Popolare Europeo), organizzato ogni anno in concomitanza con il Consiglio Europeo a cui partecipa anche il presidente del consiglio. Ho così avuto modo di incontrarlo durante una cena di gala, ovvero di vederlo dal vivo. Senza sorprese, ho potuto constatare quanto effettivamente sia limitata la sua statura, come la profondità dei suoi discorsi. Davanti ad un gruppo di giovani (la maggior parte dei quali interessati alla politica, nonchè militanti del partito) egli ha raccontato solo barzellette, una successione di quattro o cinque battute – tra l’altro già sentite e risentite. A me che piace ridere, penso che mi sia andata di lusso, perchè ho avuto l’opportunità di assistere, gratuitamente, ad un cabaret tenuto dal nostro più importante uomo di stato, da lui, l’unico boss virile! – anagramma di “Silvio Berlusconi”. Tornando al seminario, credo che sia stata una grande occasione formativa per tutti i partecipanti e  la consiglio a chiunque, anche a chi, come me, non fa della politica la sua ragione di vita. Consisteva in due giornate, la prima dedicata alla discussione dei documenti e alla proposta di emendamenti, la seconda alla votazione degli stessi e all’elezione del segretario del Gippe per l’anno venturo. Tali documenti erano già stati preparati precedentemente e quest’anno vertevano su cinque ambiti: energie rinnovabili, turismo, occupazione e lavoro, l’Unione per il Mediterraneo, immigrazione. Io mi sono occupata di turismo, nella fattispecie di come stimolare la competitività dell’offerta turistica europea senza nulla togliere ad ogni singolo stato, anzi favorendo la sinergia tra essi e valorizzando le localizzazioni. Dal nostro gruppo è nata la proposta di formulare dei percorsi tematici dalle molteplici sfaccettature, che possano adattarsi a numerosi target (tema storico, enogastronomico, sportivo, artistico…) e coordinati da un marchio unico europeo, come garanzia di qualità ed autenticità.

Potersi confrontare con giovani di tutt’Italia, esprimendo le idee personali in nome di un progetto comune reale (o perlomeno realistico) è stato davvero stimolante.  Come da programma, inoltre, ho assistito a vari incontri prestigiosi, come quello con il vicepresidente della Commissione europea Antonio Tajani o del presidente del Parlamento Europeo J. Buzek. Finora ho fatto un discorso molto serio, ma non pensate che il clima di questi giorni sia stato così.  Basti guardare la foto della pagina dei numeri utili affissa all’ingresso di ogni sala parlamentare: cosa c’è di più utile di un buon caffè? Ovviamente è essenziale, notando anche l’assiduità dell’aggiornamento dei numeri! (-: La sera sono state organizzate diverse feste per i discotecari più incalliti e sabato abbiamo avuto tempo libero per visitare la città.

Di Bruxelles mi è piaciuto:

1. i tram, detti anche metrò; si prendono sotto terra, ma per noi milanesi è più facile immaginarli come dei tram. Nuovissimi, silenziosissimi e dotati di lussuosi anelli di cuoio;

2. la spremuta fresca acquistabile al supermercato;

3. la neve che ha reso candida la città le ha donato un velo magico.

Non mi è piaciuto:

1. la cena “di gala”, che di gala aveva ben poco e aveva un catering farlocco

2. il pranzo alla mensa di Palazzo Barleymont (la sede delle Commissioni europee), che consisteva in una specie di cibo per astronauti pre-cotto con porzioni macrobiotiche e formulato per non contenere 38 allergeni (tra cui anche il glutine…). Nonostante avesse un aspetto (ed un sapore!!) non proprio gradevole, ho scelto la strada della sicurezza senza contaminazioni! Ho apprezzato molto invece la cena da Fat Boy’s!!

3. essere stata scambiata per Moira Orfei! (-;

Annunci