Tag

,

Monza, prima cena in stile giapponese. Dovendo scegliere un ristorante per la cena del sabato con le amiche, mi era venuta voglia

La sapiente apparecchiatura di B., giochi simmetrici e finto minimalismo

di cucinare. E allora via di 寿司(sushi) e みそ汁 (misoshiru)!! Ho seguito le ricette suggerite da Ayumi Matsuda, una cosiddetta sushi woman, anche se il sushi non è stato quello più apprezzato, essendo venuto di forma zoppa e arrancata… Invece la zuppa di miso ha regalato! Grazie al brodo dashi, che avevo portato direttamente dal Giappone, al miso de “La Finestra Sul Cielo”, prodotto in Giappone, e al metodo della tisana, insegnatomi da un mio amico in Giappone…e se non veniva giapponese quella…!!

Il menù prevedeva:

– sfilaccetti invisibili di salmone su letto di lattughina fresca, conditi al wasabi e salsa di soya;

– temaki sushi, che non vuol dire altro che “sushi arrotolato a mano”, una scusa signorile per quando le cose ti vengono un po’ storte e non stanno insieme e dici: “Eh, sai, l’ho fatto a mano…” :-);

– zuppa di shiromiso con gamberi, dolce più di quanto mi aspettassi;

– spinaci freschi in salsa di sesamo. Trattasi non di salsa in tubetto comprata, bensì del risultato di un duro lavoro di pestello e mortaio, partendo dalla materia prima seme di sesamo;

– carote, zucchine e fior di broccolo sbollentati e vestiti al miso (= dressing);

– maki, o per quelli abituati a mangiare la variante California, i “rolls”, di cui posto la foto, vergognandomene ancora prima di postarla.

Purtroppo questa volta non sono riuscita a fare la perfetta forma cilindrica, sarà stata colpa dell’alga, della soya o dell’aria di Milano, ma per dimostrarvi che sono capace di farli fatti bene, vi metto qui sotto la foto del mio primo futomaki in assoluto, realizzato ad un corso di cucina lo scorso giugno.

Che belli!! Quanto sono brava...!! Ehm... ero!!

Grazie a Yoojung e alle alghe nori coreane, a Jack che mi ha fatto da comis in cucina, al cd con la musica di Okinawa e ai ricordi dello youmin-bar, al sito Vegan-life per la pagina del miso, allo speteguless e alle care amiche megere, cavie di intrugli misteriosi e sapori lontani! Grazie!!

Annunci